San Giovanni Ilarione (VR)

IMU - TASI 2016

Pubblicata il 05/04/2016

Esenzione TASI per l'abitazione principale

L'art.1, comma 14, lettera a), della legge 208/2015, modificando il comma 639, art.1, della legge 147/2013, ha stabilito l'esenzione TASI per il fabbricato adibito ad abitazione principale del proprietario e le relative pertinenze (massimo 3 - C/2, C/6, C/7).

L'esenzione non si applica qualora l'abitazione principale sia accatastata nella categoria A/1, A/8 o A/9.

I comodati gratuiti

L'art. 1, comma 10, della legge 208/2015 ha modificato il trattamento ai fini IMU e TASI delle abitazioni concesse in uso gratuito. Ecco i punti più rilevanti:

  • non sono più equiparate ad abitazione principale;
  • sono soggette ad IMU ma viene prevista una agevolazione di legge che consiste nel dimezzamento della base imponibile. Quindi, alla base imponibile dimezzata, si applica l'aliquota ordinaria stabilita dal Comune.

 Le condizioni per il dimezzamento della base imponibile 2016 sono le seguenti:

  • l'abitazione concessa in comodato non deve essere accatastata in A1, A8 e A/9;
  • l'abitazione deve essere concessa in comodato a parenti in linea retta di primo grado (genitori - figli) che la utilizzano come abitazione principale;
  • il contratto di comodato deve essere registrato all'Agenzia delle Entrate;
  • il comodante può avere al massimo un altro immobile, nello stesso Comune del comodatario,  utilizzato quale abitazione principale e non accatastato in A1, A8 e A/9;
  • il comodante deve presentare la dichiarazione IMU/TASI attestando il rispetto delle condizioni richieste.

Per ogni ulteriore chiarimento è possibile consultare la Risoluzione n.1/DF/2016 del Ministero dell'economia e delle finanze del 17.02.2016, qui allegata.

Allegati

Nome Dimensione
Allegato Risoluzione 1DF2016 Ministero Finanze.pdf 328.11 KB

Facebook Google+ Twitter